• promozione@franzcampi.it

Quando canta Rabagliati !

Quando canta Rabagliati !

Le canzoni degli anni ’30 e ’40

Arrivava subito dopo il “bollettino di guerra”, che narrava le imprese, più o meno verosimili, delle nostre truppe in battaglia. Dalla radio, nelle case di quelli che potevano permettersela, a quel punto spuntava la voce allegra e coinvolgente di Alberto Rabgliati, il divo della canzone.

Il suo tono spensierato era una ventata di allegria che contribuiva a rasserenare gli animi in quel difficile periodo.

E pensare che tutto era iniziato con un concorso della Fox cinematografica che lo aveva eletto, su centinaia di migliaia di partecipanti, il più verosimile sosia di Rodolfo Valentino. La sua carriera ad Hollywood non decollò mai, ma tornato in Italia

iniziò quella canora che esplose con l’enorme successo della trasmissione in diretta del lunedì sera sulle frequenze dell’EIAER.

Al Duce non garbava quell’interprete che cavalcava l’onda swing che arrivava da oltre oceano, ma alla fine il Ministero della cultura popolare lo fece diventare, con il brano “Sposi” che imperversava ovunque, il cantore della famiglia patriarcale e della natalità.

L’artista e le sue canzoni sono interpretate da una grande band (Gianicola Spezzigu, Valentino Negri, Alessandro Altarocca e Claudio Bonora) diretta e arrangiata dal M° Sandro Comini, mentre Franz Campi, autore ed interprete di teatro-canzone, da tempo specializzato in fortunate rievocazioni musicali del passato, canta e racconta questo importante frammento di storia italiana.

Un viaggio nelle melodie semplici e indimenticabili di canzoni come “Ma l’amore no”, “Baciami piccina” , Mattinata fiorentina” e la divertentissima “Quando canta Rabagliati”.

 

Un suggestivo e imperdibile viaggio nel tempo e nella musica in bianco e nero.

 

Franz Campi, voce

Sandro Comini, trombone
Alessandro Altarocca, piano
Giannicola Spezzigu, contrabbasso
Claudio Bonora, batteria
Valentino Negri, sax

Arrangiamenti a cura del M° Sandro Comini

 

 

 

 

Per organizzare uno spettacolo:
sandrocomini@me.com
oppure
promozione@franzcampi.it

 

SCARICA LA LOCANDINA

I cappelli sono di 

 

Foto di “Punti di vista” – San Pietro in Casale ( Bo)

 

 

Presentazione della band:

 

Sandro Comini

Diplomato in trombone, musica Jazz e Laurea in discipline musicali. Dal 1993 si esibisce con la sua VILLAGE BIG BAND con cui ha partecipato a tantissimi eventi e programmi tv.

E’ stato Direttore d’orchestra in numerose trasmissioni televisive tra cui: Help” e “Roxy bar” con Red Ronnie (Tele MonteCarlo), “Telethon 2004” con Milly Carlucci  e Max Giusti (Rai Uno), “Domenica In” per quattro edizioni (Rai Uno), “51°Festival di Castrocaro” (Rai Uno) Live dalle terme di Castrocaro,“ Una notte per Caruso” (Rai Due), °Festival dello Zecchino d’oro” (Rai uno) per tre edizioni…

Ha collaborato con numerosi artisti e cantanti italiani e internazionali come: Lucio Dalla, Vasco Rossi, Ron, gli Stadio, Paolo Conte, Andrea Mingardi, Ricky Portera, Alberto Fortis, Claudio Cecchetto, Fiorello, Tullio De Piscopo, Fausto Leali, Ladri di biciclette, Enzo Jannacci, Vinicio Capossela, Marco Masini, Eros Ramazzotti, Nino Buonocore, Adriano Celentano, Gerardina Trovato, Irene Grandi, Heter Parisi, Raffaella Carrà, Anna Oxa, Gianni Morandi, Toto Cotugno, Sergio Endrigo, Easy Going, Vivian Vee, Macho, Peter Jaques Band, Ana Belen, Victor Manuel, Fausto Papetti, Sergio Bardotti…

 

 

Franz Campi

Interprete di teatro-canzone, ha firmato numerosi testi pop (tra cui Banane e lampone per Gianni Morandi), per la lirica (il libretto dell’opera “La famosa invasione degli orsi in Sicilia tratto da un lavoro di Buzzati), e per i più piccoli (diversi brani dell’album “Il re dei re”), sigle TV (“L’albero della vita”, Campionato di basket Lega2 per RAI). Conduttore radiofonico e ideatore di rassegne dedicate alla musica, alla poesia, al fumetto ed alla letteratura. Nel 2013 è uscito il cofanetto “Che soggetto quel Fred !” con un documentario sulla vita di Fred Buscaglione e un CD con le sue canzoni. Cura una collana di audiolibri per conto di Area51publishing e ne ha firmati diversi dedicati a grandi protagonisti della musica come Buscaglione, Django Rehinardt e sulla storia della canzone italiana.
Ha vinto il Premio Lunezia (2006), tra i vincitori di Sanremo Giovani ‘93, ha partecipato al 44° Festival della Canzone Italiana di Sanremo ’94. Il suo brano “Beslan” è ospite del Museo della Pace di Samarcanda in Uzbekistan.

 

 

Alessandro Altarocca

Studi classici e nel 1985 l’incontro con il jazz, grazie all’insegnamento del pianista bolognese Silvano Salviati. Successivamente ha approfondito tecnica, studi armonici e improvvisazione, formandosi presso i corsi estivi di Siena Jazz, le classi di strumento e musica d’insieme de “Il Paese degli Specchi” con Stefano Battaglia e Paolo Fresu, i master con Franco D’Andrea e John Taylor.
Nel 1991 Alessandro ha iniziato a studiare anche il contrabbasso, prima come autodidatta, poi sotto la guida di Attilio Zanchi e Paolo Ghetti. Inoltre, si è laureato con il massimo dei votie la lode in Lettere e Filosofia, presso l’Università di Bologna.
Ha collaborato con Hengel Gualdi e Piergiorgio Farina, Marco TamburiniPiero Odorici e Carlo Atti, Tino Tracanna, Attilio Zanchi e Massimo Manzi, Ares Tavolazzi, Ellade Bandini, Alberto Borsari, Francesco Petreni.
Non sono mancate inoltre le esperienze con musicisti americani, quali Keith Copeland, Steve Trovato, Bobby  Durham, Steve Ellington e Tom Kirckpatrick, e neppure con la musica di ricerca orientata verso caratteri più marcatamente contemporanei (Guglielmo Pagnozzi, Fabrizio Puglisi, Domenico Caliri, Stefano De Bonis…). Queste collaborazioni sono valse ad Alessandro la menzione di talento emergente tra i jazzisti emiliani presso la prestigiosa rivista Musica Jazz (2001).

Nell’ambito della musica leggera con Fausto Leali, Amy Stewart, Iva Zanicchi, Bruno Lauzi.

Ha accompagnato la cantante brasiliana Claudia Mar. S. S. in una breve tournèe italiana che gli ha consentito di approfondire le conoscenze riguardo alla cultura musicale brasiliana.
Numerose le partecipazioni a produzioni discografiche, trasmissioni su reti Rai e Mediaset, e il Mediolanumtour 1998 di Andrea MingardiAttualmente Alessandro collabora come musicista e arrangiatore con diverse case discografiche.

Claudio Bonora

Giovanissimo inizia lo studio della batteria col M.tro Ubaldo Rivi poi proseguiti con il M.° Giulio Capiozzo. Nel 1991 consegue la licenza di “Teoria e Solfeggio” presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna e nello stesso anno partecipa ai corsi di musica Jazz presso l’Associazione Culturale “Il Paese degli Specchi” frequentando le lezioni di Massimo Manzi. Negli anni 1994-95 arricchisce la sua formazione partecipando ai corsi di Musica d’Insieme di Enrico Rava e Paolo Fresu. Lo studio della batteria viene approfondito frequentando i corsi tenuti da Massimiliano Govoni (1998) e Vinnie Colaiuta (1999) e di tamburo con Michael Quinn (1997-98).  La sua carriera musicale vanta collaborazioni con Henghel Gualdi, Andrea Mingardi, Quartetto Magritte di Maurizio Minardi, Equipe 84 di Franco Ceccarelli, Berstein School di Bologna, Flavio Boltro, Village Big Band di Sandro Comini, Sivia Mezzanotte, Gian Marco Gualandi, Swing Orchestra di Delio Baroni, Barbara Cola.
Batterista nelle orchestre di Rai1: Domenica In, Telethon, Lo Zecchino D’Oro, Porto Matto; di Rai2: La Versiliana; di Fininvest Canale5: Bellezze al Bagno; di TMC: Roxi Bar, Help; dei Tour Mediolanum; nell’Orchestra Sinfonica “Senzaspine” di Bologna.
Dal 1985 collabora con vari gruppi musicali spaziando dal Jazz al Pop, dal Rock al Funky, dal Latin al Musical tra cui “Next To Normal” per la regia di Saverio Marconi e “Ragtime” per la direzione artistica di Shawna Farrell. Dal 1997 ad oggi sono numerose le sue partecipazioni a produzioni discografiche.

 

Giannicola Spezzigu

Contrabbassista e bassista elettrico freelance, originario della Sardegna, con sede a Bologna.
Ha iniziato all
’età di dieci anni lo studio del basso elettrico presso scuole private, successivamente quello del contrabbasso al Conservatorio musicale “L.Canepa” di Sassari sotto la guida del M° Paolo Borsarelli e successivamente del M° Carlo Pelliccione; nel 97’ trasferitosi  a Bologna presso il Conservatorio “G.B Martini” ha studiato col M° Alberto Farolfi.      Nel 92 e nel 93 ha seguito il 3° e il 4° “Seminario Nuoro Jazz”  (diretto da Paolo Fresu) con Attilio Zanchi, con il quale ha approfondito le conoscenze jazzistiche e la tecnica anche sul basso elettrico.Nel 94/95 ha studiato con alcuni celebri bassisti elettrici italiani tra i quali Massimo Moriconi e Alessandro Zolo.   Nel 2000 ha frequentato a Bologna gli stage di contrabbasso con Furio di Castri e di musica d’insieme con Paolo Fresu.Ha frequentato la 40° e la 41° edizione del Summer Workshop di Siena Jazz nel quale si è esibito in diversi concerti suonando con vari jazzisti di fama internazionale tra i quali Stefano Battaglia, Claudio Fasoli, Jim Snidero, Pietro Tonolo, Remì Vignolo, Avishai Cohen, Kenny Werner, Ferenc Nemeth, Greg Osby. Durante i workshop ha studiato con Scott Colley, Anders Jormin, Ben Street, Drew Gress, Paolino Dalla Porta, Furio Di Castri e ha vinto la borsa di studio Siena Jazz.

Ha fatto da assistente in diversi workshop di jazzisti americani di altissimo livello, esibendosi con loro nei successivi concerti, tra i quali il pianista George Cables (2010), la cantante/pianista Dena DeRose  (2011 e 2013), il trombettista Jeremy Pelt 2012), il trombettista Jim Rotondi (2012).
Dal ’95 ad oggi ha suonato in numerose formazioni Jazz e di musica leggera sia come bassista elettrico che come contrabbassista e ha avuto l’occasione di collaborare con numerosi musicisti sia del panorama jazzistico nazionale e internazionale.
Ha lavorato dal 2005 al 2007 come contrabbassista/bassista elettrico in spettacoli teatrali come il “Nuzzo Di Biase live Show” assieme ai comici di Zelig Maria Di Biase e Corrado Nuzzo, e il “Bob A Bar” con Bob Messini.
Ha partecipato con diverse formazioni a vari festival tra i quali Anzola Jazz Festival (09-10-11-12-13) e il Bologna Jazz Festival nelle edizioni 2011-2012-2013.
Ha conseguito la laurea in ingegneria informatica nel 2004, e nel 2010 la laurea specialistica, sempre in ingegneria informatica, presso l’Università degli Studi di Bologna.

 

Valentino Negri

La passione per la musica lo porta ad iniziare i suoi studi al conservatorio G.B di Bologna all’ eta’ di 14 anni dove vi si diploma nel 1995.
Completa la sua preparazione musicale frequentando numerosi corsi e seminari di importanti maestri, contribuendo cosi’ a formare il suo linguaggio e stile musicale, influenzato dall’ ascolto di musica funk, rock e pop.
Non mancano nella sua carriera professionale importanti collaborazioni con artisti famosi del calibro di Andrea Mingardi, Ivana Spagna, Antonella Ruggiero, Paolo Belli, etc.
Vanta alcune apparizioni televisive tra le quali “ Che tempo che fa” di Fabio Fazio ove si e’ esibito nella sezioni fiati con Michael Buble. Attualmente collabora in diversi progetti musicali.

 

 

In caso di necessità arriva,  bordo di una “Balilla” truccata….

Riccardo Roncagli

La sua formazione comprende il diploma di Teoria e Solfeggio, lo studio del pianoforte presso i conservatori di Bologna e Ferrara, ed in privato con i maestri Silvano Salviati (Jazz), Andrea Migliori (solfeggio) e Morris Fabbri (composizione e armonia moderna); il rock ed il funk, invece li ha vissuti nelle cantine dagli anni ’80.

La sua preparazione e fantasia lo hanno portato a collaborare dal vivo ed in studio, come musicista, programmatore, arrangiatore e compositore a fianco di molti artisti dell’area bolognese: Andrea Mingardi (soul), Resound (pop), Black & Brown (funk), Paolo Nanni (cantautore), Caterina Soldati (cantante), Milagro (pop) e Scott.
E’ stato pianista per 7 stagioni al Match d’Improvvisazione Teatrale.

Da lunga data lavora con l’etichetta Irma records specalizzata in Chill Out, Funk e Lounge music. Ha composto e registrato jingle per radio e dvd (La Perla, Cooperativa Murri, In Moto). Ha suonato con le maggiori cover-band di successo della zona: Joe di brutto, Sensi di colpa, Cialtronight e Nessuna Pretesa.
Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive nelle reti nazionali e private.
Come docente ha insegnato dal ‘01 al ‘08 alla Music Academy Italy.
Attualmente è il tastierista della band El V and the GardenHouse, e del progetto Sweet Caterina, di cui è arrangiatore.
La sua preparazione è vasta anche nel campo della computer music e negli strumenti elettrici/elettronici (cubase, logic, hammond, rhodes, synth, sampler, rompler).

"Quando canta Rabagliati" – Le canzoni degli anni '30 e '40 in Italia

Lo spettacolo dedicato a Alberto Rabgliati, il grande interprete degli anni '30 e '40. La storia di mille avventure e del successo ai tempi della guerra…http://www.franzcampi.it/quando-canta-rabagliati-le-canzoni-degli-anni-30-e-40/#AlbertoRabagliati Con Sandro Comini Alessandro Altarocca Giannicola Spezzigu Valentino Negri @Claudio Bonora I cappelli della foto sono di @Doria1905 boutique BolognaGrazie ad Alessandra Lepri

Pubblicato da Franz Campi su Domenica 2 dicembre 2018

admin